CHERATITE

Condividi con i tuoi contatti

cheratiti

 

  • Che cos’è?

La cheratite è un infiammazione della cornea.

  • Le cause

Essa può essere di natura infettiva o essere provocata da traumi, come la penetrazione di corpi estranei nell’occhio.

Le cheratiti sono sempre sintomatiche; generalmente esordiscono con forte dolore oculare, accompagnato da sintomi quali l’intolleranza alla luce (fotofobia), epifora, segni di blefarospasmo, sensazione di corpo estraneo, congiuntivite peribulbare o lesioni epiteliali.

La cheratite può essere anche causata da sovraesposizione ai raggi ultravioletti, come ad esempio l’arco voltaico delle saldatrici e/o delle lampade abbronzanti oppure può essere causata da lunga esposizione a superfici riflettenti, come ad esempio la neve o l’acqua del mare.

Inoltre, anche l’abitudine di indossare lenti a contatto, può costituire un fattore di rischio per lo sviluppo di questa malattia.

  • I sintomi

La gravità di segni e sintomi delle cheratiti dipende dalla causa scatenante, dalla profondità del danno, dalle condizioni strutturali della cornea e dallo stato immunitario dell’ospite.

La cheratite può essere lieve, se dopo la guarigione non lascia segni, o profonda, se lascia cicatrici che può causare la perdita del visus nel caso in cui la cicatrice si formi davanti all’asse visivo.

  • Quali rimedi

E’ necessario e consigliato caldamente consultare un medico oculista di fiducia per verificare lo stato della malattia visiva e la terapia più adatta da adottare che può essere effettuata tramite l’utilizzo di pomate, di antibiotici o operazioni di cheratoplastica, nei casi più gravi.

Per evitare lo sviluppo di cheratiti traumatiche generate da uno scorretto utilizzo delle lenti, è necessario effettuare un’adeguata pulizia delle lenti a contatto, oltre che adottare un comportamento più attento. Si consiglia pertanto di:

  • preferire le lenti a contatto usa e getta, da cambiare di giorno in giorno
  • togliere le lenti prima di dormire
  • lavare ed asciugare perfettamente le mani prima d’inserire o rimuovere le lenti a contatto
  • maneggiare con cura le lenti a contatto, evitando di graffiarle o lesionarle
  • utilizzare sempre prodotti di buona qualità per il lavaggio e la manutenzione delle lenti a contatto
  • non indossare le lenti a contatto prima di nuotare

Per minimizzare i traumi a livello corneale, i pazienti affetti dalla sindrome dell’occhio secco dovrebbero utilizzare frequentemente colliri lubrificanti, che verranno consigliati dal medico oculista.


Condividi con i tuoi contatti